Giardini

Come progettare il giardino, alcuni consigli - Parte 2

Progettare un giardino non è cosa affatto semplice. Per un buon risultato bisogna sempre partire ponendosi delle domande: quali sono gli ostacoli? Come utilizzerò il mio giardino? In che periodo ci passerò più tempo? Quali essenze mi piacciono? E perché no, quanto voglio investirci? Questi sono solo alcuni dei quesiti che ci permettono di partire per strutturare al meglio ogni luogo, renderlo realmente l’oasi dei nostri sogni

progetto giardino

Quando si parla di progettazione bisogna sempre tenere conto di alcuni fattori, valutare i limiti e capire come renderli delle opportunità per realizzazioni uniche e funzionali. Ci sono elementi imprescindibili su cui dovremo agire in modo consapevole per evitare disagi, altri che spesso sembrano scogli insormontabili ma, in realtà, se guardati bene non sono realmente così.

LE DIMENSIONI NON CONTANO
le dimensioni dello spazio che abbiamo a disposizione non sono vincolanti per ottenere un buon risultato. Scelte appropriate possono creare l’illusione ottica e far sembrare più grande anche un

piccolo giardino

piccolo ridotto rendendolo più prezioso, curandone maggiormente i particolari.

La morfologia del terreno determinerà fortemente l’impostazione del giardino, che mai dovrà essere contrastata adottando soluzioni che siano in armonia con il luogo. Linee troppo rigide su un terreno ondulato o, al contrario, rendere ondulato un giardino in un luogo completamente piatto può far risultare tutto troppo artificiale.

SEGUIRE UNO STILE
Casa e giardino dovrebbero costituire un ambiente armonioso. Gli spazi aperti dovrebbero diventare la parte più grande e composita della casa, un vero prolungamento della struttura. L’architettura dell’edificio suggerirà lo stile da adottare e la scelta delle piante.

 

lo stile del giardino
Altri fattori, come la presenza di animali domestici, soprattutto cani, renderanno necessari appropriati accorgimenti affinché gli animali possano vivere in libertà, senza creare problemi.

I DESIDERI
Infine, ma non meno importante per questo, i gusti e i desideri dei proprietari, cui il giardino deve pienamente corrispondere, come un abito fatto su misura. Se sarà abitato da giovani piuttosto che da genitori con bambini o da anziani, gli elementi inseriti saranno notevolmente diversi. Se sarà vissuto tutto l’anno il giardino sarà sempre in piena forma oppure darà il meglio di se in estate se la casa è di villeggiatura, se è desiderio del proprietario curarlo personalmente con pochi sforzi oppure affidare la manutenzione a ditte specializzate.

giardino con percorso

Ogni luogo è a sé, cambiando clima, ambiente, terreno o committente, nessun giardino può essere uguale all’altro. Una buona progettazione si distingue perché le scelte strutturali hanno tenuto sapientemente in considerazione tutti i fattori, adottando le soluzioni più appropriate che fanno di ogni giardino un luogo intimo e profondamente voluto.

I giardini ben progettati comunicano una indefinibile sensazione di armonia, sono confortevoli e mai pretenziosi, pieni di vita e ricchi di fascino.

 

Leggi anche

COME PROGETTARE IL GIARDINO, ALCUNI SPUNTI – PARTE 1

PROGETTIAMO IL GIARDINO…MA DA DOVE INIZIAMO?

COME SCEGLIERE LE PIANTE PER IL NOSTRO GIARDINO

6 TRUCCHI PER RENDERE GRANDE UN PICCOLO GIARDINO


Leggi altri articoli

newsletter

Resta aggiornato sulle novità

Obbligatorio