Giardini

8 piante facili e molto decorative per il giardino

Nella mia esperienza di Garden Designer ho progettato giardini in tutta Italia, dalla Valle D’Aosta fino alla Sicilia e ho potuto così sperimentare sul campo moltissime piante, osservandone la loro adattabilità al clima, la resistenza alle malattie e ai parassiti nonché il loro effetto estetico durante tutto l’anno.
In questo articolo ho selezionato 8 piante di facile coltivazione e molto decorative, sono per lo più adatte al clima temperato del nord/centro Italia e le possiamo mettere a dimora sia in giardino che in terrazzo… piante che vi sapranno regalare tante belle soddisfazioni.

piante decorative per giardino

Spesso quando si deve sceglie una pianta per il terrazzo o per il giardino ci si reca nei garden centre o nei vivai, quelle che ci attirano maggiormente e che siamo portati impulsivamente ad acquistare sono le essenze che esibiscono al momento splendide fioriture.  Ma per scegliere la giusta pianta, oltre all’effetto estetico temporaneo, dobbiamo considerare il suo comportamento vegetativo e decorativo anche per il resto dell’anno, conoscerne pregi e difetti e sopratutto decidere in che luogo del giardino la vogliamo collocare.

E’ d tenere presente che prima di mettere a dimora la pianta, è importante conoscere  le condizioni ambientali, la temperatura , il tipo di terreno, la disponibilità di acqua, l’esposizione  e le cure di cui necessita.

Per quanto riguarda l’effetto estetico, è importante conoscere oltre all’epoca di fioritura della pianta, anche la durata e la tipologia della foglia, se persistente o meno (quindi se in inverno si presenta completamente spoglia).

Va da se che non esiste una pianta che si adatta a tutte le situazioni e a tutte le condizioni climatiche/ambientali, che sia sempreverde e fiorita per la maggior parte del tempo, ma esistono piante più decorative e più facili da coltivare di altre, ecco le più adatte.

ABELIA

L’Abelia è un cespuglio dalla prolungata fioritura ed è di facile coltivazione, è rustica e sa adattarsi a diverse situazioni. La possiamo mettere a dimora sia in giardino che in terrazzo perché si adatta a vivere anche in vasi e fioriere.

Abelia Edward Goucher

Abelia “Edward Goucher”

Ha origini  asiatiche, le più note sono gli ibridi x grandiflora che arrivano dalla Cina, ne esistono di numerose varietà con fiori di colore diverso ed alcune di esse hanno foglie variegate molto gradevoli.

Ha un portamento tondeggiante e compatto, raggiunge un’altezza variabile a seconda della varietà (in genere  100-120 cm), ma può arrivare sino a 2-3 metri. Sopporta molto bene le potature quindi può essere dimensionata a seconda delle necessità e utilizza anche per siepi formali.

L’Abelia ha piccole foglie lucide e ovali che in autunno diventano color bronzo. Nei climi più caldi si comporta come un sempreverde, mentre se fa un po’ freddo la sua foglia è semi persistente. I fiori sono piccole campanule che variano dal bianco al rosa, in genere fiorisce da giugno fino ai primi geli.

Questa pianta preferisce le posizioni in pieno sole o a mezzombra, se la mettiamo a dimora in terreno ricco di materia organica e molto ben drenato ci regalerà una fioritura più abbondante e uno sviluppo più rigoglioso. Necessita di irrigazioni regolari, ma senza esagerare.

(T. minima -5°C)

Abelia floribunda

Abelia floribunda (siepe)

Abelia x grandiflora Confetti

Abelia x grandiflora “Confetti”

 

Abelia grandiflora Kaleidoscope

Abelia x grandiflora “Kaleidoscope”

LAVANDA

E’ la regina del giardino mediterraneo, ma resiste anche alle basse temperature. Ricercata per il suo caratteristico profumo, ha numerose proprietà benefiche per il quale è anche coltivata.

Lavandula angustifolia

Lavandula angustifolia

È un piccolo cespuglio aromatico dalla forma arrotondata, con foglie grigio-verdi, la fioritura a spiga appariscente è portata dai lunghi steli, fiorisce in luglio-agosto in colori che variano dal viola all’azzurro, al rosa sino al bianco, a seconda della varietà. I suoi fiori sono molto appetiti dalle api quindi è buona norma non metterla vicino a luoghi particolarmente frequentati come piscine o zone di sosta.

La lavanda è una pianta con poche esigenze e si adatta facilmente a diverse condizioni climatiche e ambientali, anche alle condizioni di aridità. Preferisce le posizioni soleggiate e bisogna fare attenzione al terreno in cui la mettiamo a dimora perché non sopporta i ristagni idrici.

L’unica accortezza è quella di irrigarla con molta moderazione e di non concimarla troppo, tale pratiche la porterebbe con il tempo a un invecchiamento precoce e al deperimento.

(T. minima -5°/-10°C)

Lavandula angustifolia Edelweiss

Lavandula angustifolia “Edelweiss”

Lavandula stoechas

Lavandula stoechas

ERIGERON

Erigeron karvinskianus

Erigeron karvinskianus

L’Erigeron è una pianta perenne sempreverde originaria delle Americhe e appartenente alla famiglia delle Asteraceae,  forma di cuscino compatto e graziosi capolini a forma di margheritina.

Raggiunge un’altezza massima di 20-40 cm ed ha un portamento strisciante e tappezzante, come esposizione preferisce il pieno sole Ha scarse esigenze, si sviluppa in qualsiasi tipo di terreno purché sciolto e ben drenato. È adatta sia per il giardino, nelle bordure e si presta a essere coltivata anche in vaso.

Ha una straordinaria fioritura che si prolunga da maggio a ottobre, sulla pianta sono presenti contemporaneamente fiori di colori diversi, i capolini una volta impollinati dal bianco virano al rosa.  Si dissemina abbondantemente e si moltiplica facilmente prelevando dalla pianta madre una porzione dotata di radici.

L’Erigeron è resistente alla siccità e attira le farfalle, unica accortezza, nelle zone con clima rigido va posta al riparo affinché non venga danneggiata dal gelo.

(T. minima -5°C)

GAURA

Gaura linheimeri

Gaura linheimeri

La Gaura è una perenne cespitosa originaria dell’America, è molto resistente e necessita di poche cure. E’ ideale per abbellire il proprio giardino che decora con il suo aspetto elegante e colorato, è chiamata anche Fior di orchidea per i suoi fiori simili ad orchidee.

Il suo fogliame è verde-rossastro, lanceolato, con lunghi steli flessuosi carichi di fiori bianchi o rosa che sbocciano in continuazione da giugno a ottobre.

E’ una pianta resistente alla siccità, ama stare in un terreno ben drenato, quindi occhio agli eccessi e ai ristagni d’acqua perché le sono dannosi, la sua esposizione preferita è al sole/mezzombra.

La Gauraè adatta a giardini a bassa manutenzione, è ottima da impiegare sia nelle bordure, nei giardini rocciosi, si presta anche a essere coltivata in vaso.
(T. minima -10°C)

Gaura linheimeri blaze

Gaura linheimeri “Blaze”

OSMANTO

Osmanthus fragrans

Osmanthus fragrans

l’Osmanthus è un arbusto o piccolo albero sempreverde molto elegante originario dell’Asia, comprende numerose specie.

Ha una bella foglia lucida che rimane decorativa tutto l’anno, in autunno produce piccoli fiori bianchi riuniti in grappoli, che appaiono in mazzetti lungo i rami. La sua caratteristica è il profumo, molto pronunciato ma delicato che sa di fiori d’arancio.

La specie più profumata è Osmanthus fragrans, il suo aroma si sente anche a distanza, è interessante metterla a dimora vicino all’entrata o in zone frequentate, ci accoglierà con la sua piacevole fragranza.

Si adatta bene in qualsiasi terreno, tranne quello molto argilloso, preferisce tuttavia un terreno ben drenato,  non sopporta i ristagni idrici e va mediamente irrigata. Questa pianta preferisce come esposizione il sole o la mezzombra.

L’Osmanthus può essere impiegato come esemplare isolato o per realizzare siepi, anche se ha una crescita abbastanza lenta. Si presta molto bene  anche a essere coltivato in vaso.

(T. minima -5°/-15°C)

Osmanthus acquifolium

Osmanthus acquifolium

LOROPETALO

Loropetalum è originario dell’Asia ed è stato introdotto solo recentemente in Europa. Velocemente è diventata una pianta molto apprezzata sia in ambito urbano sia nei giardini perché  è di scarsa manutenzione e molto decorativa in tutte le stagioni.
E’ un arbusto sempreverde, di medie dimensioni e a lenta crescita, il suo portamento è allargato.

La varietà più decorativa è la rubrum che raggiunge 1-1,5 mt di altezza,  ha il fogliame di colore rosso cupo e produce copiosi fiori profumati color rosa acceso, simili come forma ai fiori di hamamelis.

Alcune varietà nell’arco di alcuni anni possono raggiungere i 2-3 metri di altezza mentre altre varietà sono nane e vengono utilizzate come tappezzanti.

Il loropetalum preferisce un’esposizione semi-ombreggiate e un terreno fresco, leggermente acido e umido, è quindi importante irrigarlo regolarmente. Porta un tocco particolare sia in giardino, sia sul balcone o in terrazzo.

(T. minima -5°C)

VIBURNO TINO

Viburnum tinus

Viburnum tinus

Chiamato anche lauro tino o lentaggine è una arbusto sempreverde mediterraneo che si adatta a vivere anche nei climi più freddi.

Il Viburno è una pianta attraente in tutte le stagioni, ha un portamento arrotondato e compatto con bellissime foglie lucide color verde scuro. In inverno si copre di boccioli rosa-rosso riuniti in corimbi piatti che sbocciano a febbraio in fiori bianchi, la fioritura dura fino ad aprile. Successivamente in autunno produce frutti color blu metallico.

Non ha particolari esigenze di terreno e si adatta a substrati poveri, resiste alla siccità e alla salsedine.

Il Viburnum tinus può essere utilizzato per siepi formali e informali,anche miste, come esemplare singolo, o in vaso. E’ una pianta mellifera.

(T. minima -10°/-15°C)

 

CAPRIFOLIO DEL GIAPPONE

Lonicera japonica "Chinensis"

Lonicera japonica “Chinensis”

Col termine Caprifoglio volgiamo identificare per lo più Lonicera japonica “Halliana”Lonicera japonica “Chinensis” entrambe originarie del sud est asiatico.  Il Caprifoglio è un rampicante robusto e rigoglioso a crescita rapida che può raggiungere quattro cinque metri d’altezza in poco tempo.

E’ una pianta rustica e resistente che si adatta a tutti i tipi di terreno,  preferisce le esposizioni semi-ombreggiate.

Le foglie del caprifoglio sono sempreverdi o semi-persistenti, la pianta  produce bellissimi fiori, molto profumati che si susseguono in continuazione da giugno a settembre, i colori sono diversi a seconda della specie.

I frutti sono bacche dalla tipica colorazione nera,  sono estremamente decorativi ma anche leggermente tossici, non mettiamola a dimora se abbiamo il giardino è frequentato da bambini piccoli.

La pianta necessita di supporti per potersi arrampicare, forma splendide siepi fiorite, copre e abbellisce muri, balconi e pergolati ed è adatta per grandi spazi.

(T. minima -10°/-15°C)

Lonicera japonica Halliana

Lonicera japonica Halliana

 


Leggi altri articoli